Fra Ariosto e Tasso: vicende del poema narrativo. Con un’appendice di studi cinque-secenteschi Zoom

Guido Sacchi

Fra Ariosto e Tasso: vicende del poema narrativo. Con un’appendice di studi cinque-secenteschi

pp. 428

Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

Prezzo di listino: € 30,00

Prezzo speciale: € 22,50

Sconto del 25%

Descrizione prodotto

Dettagli

Perché una delle stagioni narrative più ricche della letteratura italiana non ha prodotto nessun capolavoro? Che fine hanno fatto, intorno alla metà del Cinquecento, la libertà romanzesca e la leggerezza ironica dell’Orlando Furioso? E a che pubblico erano destinati i lunghi poemi d’avventure stampati a decine in quegli anni? Queste sono alcune delle domande da cui trae spunto il libro di Guido Sacchi - giovane studioso scomparso all’età di trent’anni nel 2004 - dedicato alla letteratura narrativa in versi compresa tra Ariosto e Tasso. Lo studio delle strategie editoriali (paratesti, prefazioni) e delle forme narrative (l’intreccio, l’istanza autoriale, l’ironia) permette di illustrare la varietà di una produzione abbondante e spesso sorprendente, e al tempo stesso di far emergere le linee di forza di uno sviluppo che rispecchia l’evoluzione della cultura rinascimentale (crisi della società di corte, disciplinamento etico e religioso). L’indagine approda così a un quadro storiografico molto ampio, che mette in relazione centro e periferia, letteratura d’élite e produzione di consumo, esigenze commerciali e riflessioni accademiche, e che permette di riscoprire molte figure dimenticate di questa stagione ricca di esperimenti.

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

Titolo Fra Ariosto e Tasso: vicende del poema narrativo. Con un’appendice di studi cinque-secenteschi
Autore Guido Sacchi
Editing/translation No
ISBN 978-88-7642-183-9
Anno di pubblicazione 2007
Oggetto Letterature e linguistica
Link acquista No
Notes No

Anteprima