Orazio, Epistole I Zoom

Orazio, Epistole I

Introduzione, traduzione e commento a cura di Andrea Cucchiarelli

pp. 628

Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

30,00 €

Descrizione prodotto

Dettagli

Orazio nelle Epistole dichiara di voler abbandonare gli scherzi della giovinezza per concentrarsi sulle riflessioni morali che potranno essergli utili in una vecchiaia percepita ormai come imminente. Ritiratosi, dunque, in una dimensione di ricerca interiore, abbandona i metri lirici e torna all’esametro, il verso con cui aveva esordito al tempo delle Satire; e scrive lettere a destinatari illustri, come Mecenate o il futuro imperatore Tiberio, oppure meno noti, come il suo fattore o giovani amici intraprendenti. Il risultato è una forma letteraria, quella dell’epistola in versi – del tutto nuova nell’antichità – destinata a grande fortuna fino all’età moderna. Essa serve a Orazio per ripensare la propria esperienza personale (anche di poeta), affrontare importanti temi filosofici, concedersi riflessioni acutissime sui beni e i mali del mondo e dell’animo.

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

Titolo Orazio, Epistole I
Autore No
Editing/translation Introduzione, traduzione e commento a cura di Andrea Cucchiarelli
ISBN 978-88-7642-632-2
Anno di pubblicazione 2019
Oggetto No
Link acquista No
Notes No

Anteprima