Senatori romani nel Pretorio di Gortina. Le statue di Asclepiodotus e la politica di Graziano dopo Adrianopoli Zoom

Senatori romani nel Pretorio di Gortina. Le statue di Asclepiodotus e la politica di Graziano dopo Adrianopoli

a cura di Francesca Bigi e Ignazio Tantillo

pp. 280 con XII tavole in bn

  • Leggi l'indice

  • Leggi l'introduzione
  • Recensisci per primo questo prodotto

    Disponibilità: Disponibile

    Prezzo di listino: 30,00 €

    Prezzo speciale: 28,50 €

    Sconto del 5%

    Descrizione prodotto

    Dettagli

    Nell’anno 383 d.C., presso la residenza appena ultimata del governatore della provincia di Creta, vennero erette una quindicina di nuove statue. Questo gruppo di monumenti costituisce un dossier documentario per molti versi enigmatico. Le statue, decretate dalle autorità locali e realizzate dall’allora governatore, raffiguravano alcuni tra i più importanti senatori dell’epoca, la maggior parte dei quali non sembra aver avuto legami con l’isola. Quale ragione spinse i cretesi a onorarli? Un riesame del contesto archeologico, dei supporti, dei testi epigrafici e soprattutto un inquadramento di questa singolare iniziativa nel contesto delle vicende di quegli anni, permette di avanzare nuove ipotesi sull’aspetto originario di questo ciclo monumentale, di chiarire alcuni importanti problemi di prosopografia e di storia amministrativa, nonché di collegare la manifestazione di riconoscenza dei cretesi per i senatori romani alla politica fiscale dell’imperatore Graziano.

    Ulteriori informazioni

    Ulteriori informazioni

    Titolo Senatori romani nel Pretorio di Gortina. Le statue di Asclepiodotus e la politica di Graziano dopo Adrianopoli
    Autore No
    Editing/translation a cura di Francesca Bigi e Ignazio Tantillo
    ISBN 978-88-7642-690-2
    Anno di pubblicazione 2020
    Oggetto No
    Link acquista No
    Notes No

    Anteprima